Primo giorno di scuola

Cara Maria,

Questo primo giorno di “scuola” di Michele è stato davvero incredibile.

Svegliati, lavati e vestiti bene siamo partiti in direzione SUTD, la nuova Cà Vignal come la chiama tuo figlio. L’ho accompagnato non solo per il sostegno morale e per documentare il momento (già di per sè importante), ma soprattutto perchè abbiamo ancora molti documenti da fare per l’immigrazione e le carte partono tutte da qui.

Presa la metro arriviamo in quaranta minuti alla nostra fermata (cercheremo casa sicuramente più vicino) e una volta scesi ci ritroviamo già dentro l’università. La struttura davvero stupenda ci accoglie con colori sgargianti, pochissime persone e moltissime piante e giardini. Esattamente l’opposto rispetto alle nostre università.

SUTD.jpg
Il complesso è formato da questi palazzi “a ciambella” con i corridoi esterni e i giardini al centro.

Abbiamo fatto un giro ed esplorato i dintorni e all’ora dell’appuntamento siamo saliti al piano. Michele è stato risucchiato da un gentile ragazzo asiatico per mezz’ora durante la quale ha ricevuto tutte le informazioni utili per cominciare. Per il resto della giornata abbiamo girato tra i vari uffici sparsi per il campus per ritirare il badge e fissare la registrazione all’immigrazione (Ministry of Manpower).

Verso l’ora di pranzo siamo andati a conoscere il “nuovo Franco” di Michele, un simpatico professore indiano dai modi informali che ci ha portato a pranzo.

Come inizio non c’è male!

Travel with us,

Anna